Quando nasce un bimbo la gioia con cui affrontiamo tutti i passaggi fondamentali della sua crescita sono difficilmente descrivibili a parole, ma uno dei momenti sicuramente più emozionanti è LA PRIMA PAPPA!
Cʼè chi la affronta con timore e chi con grande nonchalance, chi la rimanda e chi la anticipa, chi si informa diventando un esperto ancora prima di iniziare e chi invece si butta allʼavventura.
Che se ne dica però, questo è uno dei momenti più importanti della vita di un bimbo che, volente o nolente, deve iniziare il suo rapporto con il cibo solido cercando di costruire nel tempo un rapporto positivo con il cibo in genere.
Noi mamme ci affidiamo ai libri e ai preziosi consigli di mamme e nonne ma, a mio modo di vedere, solo noi abbiamo la reale coscienza di ciò che dovremo fare con il nostro bimbo.

Pappe tradizionali o autosvezzamento?
Questa è la domanda PRINCIPE per noi mamme!
E sapete cosa vi dico? NON CʼÈ UNA RISPOSTA ESATTA!
Entrambe sono esatte se è ciò che ritenete più opportuno per il vostro bimbo!
La mia scelta per esempio è stata diversa per i miei due figli perché ho seguito la loro naturale inclinazione verso il cibo.
Con Orlando abbiamo intrapreso la strada classica delle pappe poiché lui non mi sembrava ancora pronto a maneggiare il cibo e rifiutava tutto ciò che non era perfettamente frullato. Con Vittorio, invece, abbiamo da subito intrapreso la strada dellʼautosvezzamento perché ha sempre avuto una naturale propensione alla masticazione e al cibo solido.

Complice il fratello più grande che ormai mangia tutto da solo, forse Vittorio ha da subito desiderato imitarlo e quindi per me è stato naturale optare per lʼautosvezzamento proponendogli gli stessi cibo di Orlando, magari solo tagliati in pezzettini più piccoli.
Come sapete ho sempre preferito per loro un seggiolone che li facesse stare a tavola con noi e ho deciso di fornire loro anche delle posatine che li agevolassero nellʼapprendere i naturali movimenti che si fanno per mangiare.
Per noi adulti sono naturali appunto, ma per un bimbo sono una sfida, qualcosa da imparare! Personalmente ho scelto per entrambi due kit di posatine MAM  come vedete nelle foto.
Sono ergonomiche e aiutano i miei figli a mangiare imitando noi adulti, ma assecondando la loro tenera età!
Io dal canto mio sto loro accanto e intervengo solo nei momenti in cui vedo che sono in difficoltà e lo faccio con un cucchiaino che trovo magico! Si tratta del cucchiaino che utilizzavo per le pappe di Orlando e ha un sistema magico che mi sa dire se le pietanze sono troppo calde!


Infatti cambia colore a seconda del calore della pietanza con cui viene a contatto e così io riesco subito a capire se ho esagerato a riscaldare i piatti, anche senza assaggio!
Vi metto qui il link a questo cucchiaino magico e vi aspetto per sapere come avete svezzato i vostri bimbi! Sono sempre molto curiosa e mi piace leggervi!
A presto!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*
*