Erano giorni che Orlando era strano, nervoso e capriccioso come non lo era mai stato.
Mi si appiccicava a cozza e litigava con il fratellino appena mi vedeva prenderlo in braccio oppure piangeva se solo andavo a lavoro o mi allontanavo per qualche minuto.
Era un comportamento strano perciò mi si è acceso un campanello nella testa e ho pensato potesse semplicemente essere gelosia .
E così è bastata una chiamata ai nonni meravigliosi che abbiamo e abbiamo organizzato un weekend con Orlando in esclusiva.
Mai scelta fu più azzeccata.
Sulle prime Orlando non ha capito ciò che stava succedendo ,tanto che dopo dieci minuti di auto ha esclamato spaventato: “ MAMMA! Toioooooo,Casaaaa!” Come a dire che ci eravamo dimenticati Vittorio a casa! (Mi ha fatto una tenerezza infinita)
Poi siamo arrivati a Sulzano e abbiamo preso il traghetto per Monteisola ,il nostro rifugio di pace, e subito ha iniziato ad emozionarsi nel fare cose nuove e soprattutto avendo noi in totale dedizione a lui.


Abbiamo trovato una casa meravigliosa e l’avete vista nelle stories qualche giorno fa quando ci eravamo andati solo io ed Antonio.
È bastato un lettino da campeggio per renderla perfetta per noi tre!
E con valigia micro alla mano, set pioggia sempre presente e una valigia di spesa per cucinare a casa (noi preferiamo di gran lunga) abbiamo dato il via al nostro fine settimana a tre.


La mattina del sabato Orlando ha realizzato veramente di averci solo per se’ e ho visto accendersi in lui un entusiasmo che non gli vedevo da un po’ negli occhi!
Abbiamo fatto una passeggiata lunghissima di sei km con lui che camminava e alternava invece momenti seduto sul passeggino.
Abbiamo dato da mangiare ai cigni e alle papere e raccolto foglie colorate durante il tragitto. Abbiamo visto un cantiere navale e un laboratorio di un artigiano che realizza imbarcazioni da molte generazioni.
Abbiamo fatto foto davanti a porte antiche e guardato l’orizzonte con il cannocchiale , abbiamo corso tutti per mano .
Abbiamo mangiato tutto insieme a tavola e tutti allo stesso orario e abbiamo fatto i pigri sul divano per tante ore .
Abbiamo letto qualche libro e guardato i cartoni preferiti di Orlando e ,cosa importantissima per lui, con noi c’era sempre papà .

Questo fine settimana Antonio è stato meraviglioso e ha dedicato ad Orlando tutto il tempo che ,a causa del lavoro ,a malincuore deve negargli.
Hanno anche fatto la doccia insieme e io mi sono sciolta vedendo la sincera felicità negli occhi di Orlando.
Siamo tornati a casa pieni di gioia e pieni di noi e tutti desiderosi di andare a riprendere il nostro tassello mancante, Vittorio.
Lui dal canto suo è stato dai nonni e lo abbiamo trovato assolutamente sereno e pieno di vizi che solo i nonni sanno dare.


La mia conclusione è che sono felice di aver fatto questa scelta che mi creava qualche dubbio e perplessità nella convinzione di far torto ad uno dei miei due figli.
Penso che qualche momento esclusivo con ognuno di loro sia sicuramente una scelta positiva e piena di vantaggi e penso che ripeteremo prestissimo questa esperienza ,questa volta magari con Vittorio .
Voi che ne pensate di questa scelta? Siete pro o contro? Vedete vantaggi o no?
Raccontatemelo nei commenti!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*
*