Oggi è stato un giorno di festa dedicato all’amore,un giorno spensierato di cui avevo molto bisogno dopo la settimana appena trascorsa…e di questo devo ringraziare tantissimo i dolcissimi e bellissimi sposi che vedete qui sotto, Annalisa e Alberto…

Vedere le nonne degli sposi mi ha fatto molto effetto perché ho potuto constatare la fortuna di averli ancora in vita nel momento in cui ne sento maggiormente la mancanza..

Oggi però ,in accordo con Antonio, abbiamo deciso di dedicarci questo giorno come coppia,come adulti e come genitori in libera uscita…e di lasciare i bambini a casa…

È una decisione che stiamo portando avanti in occasione di questi matrimoni di amici e oggi sono qui a chiedervi il vostro parere a riguardo perché non è la prima volta che confermo questa mia scelta ma non è nemmeno la prima volta in cui mi sento giudicata come madre nel momento in cui lascio i miei figli per mettermi un paio di tacchi e godermi una occasione da adulti in santa pace…

Tutto nasce sempre dalla mia esperienza personale e oggi voglio condividere con voi la mia teoria per sapere se la condividete o se la pensate diversamente…

Vorrei sottolineare che non sto chiedendo se è giusto o sbagliato perché indipendentemente da questo confronto continuerò a pensare che la nostra decisione sia la migliore PER NOI ,ma vorrei capire se e perché si può pensare diversamente…

Tutto nasce da quanto ho osservato negli ultimi matrimoni a cui ho partecipato.

Nonostante le spose carinissime avessero organizzato tutto per i bambini io ho sempre confermato la presenza solo mia e del mio compagno Antonio chiedendo supporto o ai nonni o alla tata per lasciare i bambini a casa a godersi la loro routine e una giornata normale seguendo i loro ritmi…

Trovo molto stancante per i bambini (e anche per i genitori) portare i bambini a cerimonie che prevedono tempi ed etichette inconciliabili con bambini al di sotto dei 6/7 anni…

Ho visto genitori stare in piedi più degli sposi per correre dietro a bambini nervosi,sudati,scomodi in abiti da cerimonia e vogliosi solo di andare a casa…

Ho visto mamme sui tacchi 12 correre dietro a nanetti sotto il sole cocente e affannarsi a chiedere aiuto per scaldare pappe e pappine senza mai ricevere le adeguate attenzioni…

Ho visto bambini correre tra i tavoli con genitori esausti dietro di loro …

Ho visto anche genitori divertiti nel farlo per carità ,devo ammetterlo…(mi chiedo se lo fossero anche gli altri commensali) …

Ho visto anche lo sguardo delle altre mamme quando dichiaravo che NO ,non ho portato i bambini perché volevo godermi la festa con Antonio…

Oggi ho avuto la riprova che la mia sia stata una saggia decisione.

Al tavolo avevamo una piccolina di appena tre anni e ha passato la giornata a piangere,dormire scomoda in un passeggino,non mangiare e annoiarsi.

I genitori di contro hanno passato la giornata in piedi a correrle dietro, ad arrovellarsi per trovare qualcosa da farle mangiare nonostante avessero menu bambini e la mamma fosse super organizzata , a cercare di consolarla e a modellare dido’ nel piatto…

Vi lascio qui sotto la foto dei miei che mi ha mandato mia mamma per fare un confronto banale del mood della giornata che hanno passato i nostri figli…

Non so…devo dire altro per sostenere la mia tesi?!

Non penso sia questione di avere o non avere nessuno che ti aiuti perché i matrimoni di solito si annunciano con molti mesi di anticipo perciò c’è tutto il tempo per organizzarsi…

Io oggi ho passato una giornata con il mio compagno ,mi sono truccata ,ho messo i tacchi ,ho portato una pochette e non una valigia, non ho sudato per tirare su e giù dalla macchina passeggini e figli, ho mangiato seduta al tavolo senza dovermi alzare trecento volte, ho parlato con degli adulti di figli e non …e vi confesso che mi serviva…

Mi serviva e avevo voglia di farlo! E i miei figli ,lo vedete dalla foto, sono sicuramente felici della giornata che hanno passato!

Non lo vedo come un atto egoistico di noi genitori,anzi,lo vedo davvero come un favore a tutti quanti, compresi noi ,i miei figli e tutti gli altri…

Voi cosa ne pensate?

Come affrontate questo tema?

Anche voi fate così o portate i figli in ogni caso ?

Ripeto, il mio è un desiderio di scambio di racconti, non di giudizi…

Sono solo curiosa…

Fatemi sapere…

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*
*